29/10/12

ATTENTI A QUEI TRE!

Eccola qui la simpatica foto tratta dal profilo ufficiale Instagram di El Kaddouri, in compagnia dei suoi compagni di squadra, Edu Vargas e Bruno Uvini.




r.m.

NAPOLI - TORINO, BIGLIETTI IN VENDITA


Sono in vendita i biglietti per Napoli-Torino, undicesima giornata di Serie A, in programma domenica 4 novembre alle ore 15,00 al San Paolo. I tagliandi si possono acquistare presso le abituali ricevitorie autorizzate Lottomatica. E' vietato il cambio utilizzatore.
Questi i prezzi:

settore
prezzo
Tribuna Onore
Euro 150
Tribuna Posillipo
Euro 60
Tribuna Nisida
Euro 30
Tribuna Lat. I anelloEuro 20
Distinti
Euro 25
Curve
Euro 10
Ridotti:
settore
prezzo
Tribuna Onore
Euro 120
Tribuna Posillipo
Euro 15
Tribuna Nisida
Euro 15
Distinti
Euro 15

Per la vendita on line basta collegarsi al sito web ufficiale della SSC Napoli,www.sscnapoli.it e cliccare nella sezione "insieme allo stadio" oppure accedere direttamente dal banner “ ticket on line” presente nella home page del sito ufficiale SSC Napoli.
Gli utenti saranno indirizzati al sito Listicket di Lottomatica, nel quale, dopo essersi registrati, potranno acquistare il biglietto caricandolo elettronicamente sulla Club Azzurro Card ( Tessera del Tifoso). Alla transazione potranno essere aggiunte, da Listicket, commissioni di pagamento.
Questa modalità di vendita prevede che il titolo di accesso venga associato alla Club Azzurro Card, che, quindi, dovrà essere utilizzata sia per inserire il numero identificativo al momento dell’acquisto, sia per l’accesso ai tornelli dello stadio tramite la lettura del codice a barre. 
Il posto assegnato allo stadio sarà indicato sul documento segnaposto la cui stampa, è disponibile all’indirizzo internet:


inserendo le informazioni richieste sulla pagina e procedendo, nella pagina successiva, attraverso il link Stampa Segnaposto.

Il documento segnaposto deve essere obbligatoriamente stampato e presentato ad ogni richiesta del personale di controllo presente allo stadio, ma il documento segnaposto, da solo, non rappresenta titolo d’accesso valido per l’ingresso.
Infatti per accedere allo stadio, è indispensabile portare con sé la propria Club Azzurro Card , il documento segnaposto ed un documento di riconoscimento.
La SSC Napoli ricorda che per gli utilizzatori della Club Azzurro Card ( sia abbonati, che utenti di singolo evento), per ogni settore vi sono degli ingressi riservati.





fonte:www.sscnapoli.it

PARLA MAGGIANI: SONO SERENO...

Parla l'assistente di linea Maggiani, uno dei protagonisti in negativo di Catania - Juventus, in particolare riguardo l'episodio del gol annullato ingiustamente a Bergessio. "Sono sereno, molto sereno. Può capitare di sbagliare e capiterà ancora", queste le sue parole riportate dall'ANSA.



fonte:Ansa

LA GRINTA DI GOKHAN!

La grinta di Gokhan Inler, dopo la vittoria contro il Chievo di ieri sera al San Paolo, che ha rilanciato gli azzurri dopo la sfortunata gara di Torino contro la Juventus. Queste le sue parole tramite Instagram: "Volevamo vincere e così è stato! Ma non c'è tempo per rilassarsi, tra 2 giorni ci aspetta un'altra sfida! Forza Napoli!".



r.m.

TUTTOJUVE.NET: ZITTI 2 A 0... TUTTI A CASA!

Dopo lo stile Juventus, ecco lo stile Tuttojuve.net, che cosi risponde alle giuste critiche piovute dopo l'ennesima svista arbitrale a favore della Juventus. Da Napoli continuano attacchi indecenti. Questa volta da radio e siti vicini ai tifosi azzurri, relativi alla partita di oggi. Linciaggio mediatico verso la Juventus senza alcuna menzione verso gli episodi che hanno sfavorito la Juventus (perché ci sono, ma mancò li vedono, chiamiamolo miopismo o cecità), parlano come al solito di furto senza elencare in modo equo gli episodi. Una caccia alle streghe degna dei peggiori detrattori. Zitti.... Due a zero a casa... Il campo ha parlato sabato scorso...Perdenti. 




r.m.

SCAMBIO VARGAS-FUNES MORI?

Secondo quanto riportato da Tuttomercatoweb.com, il Napoli avrebbe fatto un sondaggio per l'attaccante argentino Rogelio Gabriel Funes Mori. Il ventunenne, attualmente al River Plate, interesserebbe anche a Lazio e soprattutto Fiorentina, quest'ultima già in passato vicina al calciatore. Bigon tuttavia ha in Vargas la carta giusta per chiudere l'operazione e sbaragliare la concorrenza: il cileno potrebbe finire infatti ai Millonarios, anche a titolo definitivo, e smorzare lievemente le ingenti richieste economiche del club sudamericano.





p.d.d.

LA CLASSIFICA SECONDO PANORAMA.IT


Nell'edizione online di Panorama, viene presentato un dossier nel quale si riformula la classifica di Serie A al netto delle sviste e degli errori arbitrali. In questa analisi, del tutto discutibile, la squadra più avvantaggiata sarebbe il Napoli, con un saldo positivo di 4 punti connesso ai favoritismi dei direttori di gara, mentre la più penalizzata la Roma. L'effetto di questa riclassificazione è il ridimensionamento dei divari di punteggio nelle prime posizioni: la classifica sarebbe molto più corta di quella reale con 8 squadre in 6 punti alle spalle della Juventus.


LA CLASSIFICA SENZA ERRORI 

JUVENTUS 23 (-2)
NAPOLI 18 (-4)
INTER 17 (-4)
ROMA 17 (+3)
LAZIO 15 (-3)
PARMA 14 (+2)
FIORENTINA 13 (-2)
SAMPDORIA 12 (+2)
UDINESE  11 (-1)
TORINO 10 (+1)
MILAN 10 (=)
CATANIA 10 (-1)
GENOA   9 (=)
ATALANTA   9 (=)
PALERMO   9 (+2)
PESCARA   8 (=)
CAGLIARI   8 (-3)
BOLOGNA   7 (=)
CHIEVO   5 (+2)
SIENA   4 (+1)



p.d.d.

SI FERMA ANCHE ZUNIGA

Ancora una brutta notizia in casa Napoli. Dopo il risentimento muscolare accusato nel corso della partita di ieri contro il Chievo, che lo ha costretto a lasciare il campo, Juan Camillo Zuniga salterà la partita di mercoledì prossimo contro l'Atalanta.




r.m.

MERCATO, CACCIA AL VICE-CAVANI

Al Napoli manca una prima punta che faccia rifiatare lo stakanovista Cavani. Bigon questo lo sa e si sta già muovendo per gennaio allo scopo di rafforzare il parco attaccanti. Al termine della partita contro il Chievo il ds azzurro ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Un vice Cavani? Valutiamo una punta di A per gennaio". Parte l'identikit; nel taccuino oltre ai nomi di Floccari e Calaiò, prende corpo l'ipotesi Pazzini che dopo un ottimo inizio di stagione con il Milan pare abbia già perso la sua vena realizzativa.





p.d.d.

NAPOLI - CHIEVO 1 - 0, CAVANI OUT MA HAMSIK RILANCIA IL NAPOLI AL SECONDO POSTO

Dopo una settimana tribolata, Mazzarri e il Napoli contro il Chievo sono chiamati a reagire. La sconfitta dei titolarissimi a Torino e il secondo K.O. consecutivo del Napoli-B in Europa League, avevano fatto riaffiorare dei fantasmi che Mazzarri conosceva ma sapeva anche come scacciare. Nell’allenamento di ieri si è aggiunta, come se non bastasse, un’altra tegola, Cavani si è fermato per un affaticamento muscolare, e in questa gara il Napoli doveva fare almeno del suo leader.
Reagire è parola d’ordine in questa serata d’autunno e la reazione c’è stata. Insigne ha sostituito degnamente Cavani, prova di personalità per un giovane sul quale erano già piovute le critiche dei più maligni dopo il 3-1 di Dnipro. Ma Lorenzo a 21 anni ha già le spalle abbastanza larghe per caricarsi addosso grandi responsabilità.
Mazzarri schiera la formazione migliore. La solida difesa a tre con Cannavaro, Campagnaro e Gamberini, Zuniga e finalmente Maggio sulle fascie, Behrami e Inler in mediana, Hamsik tra le linee, con Insigne libero di spaziare e liberare la sua classe a supporto di Pandev.
Corini schiera il solito Chievo con il 4-3-3, anche se dall’inizio decide fi fare a meno di Pellissier, sostituito da Rigoni al centro dell’attacco completato da Luciano e Thèrèau.
Dopo 7 minuti Gokhan Inler scarica un siluro da oltre trenta metri, la palla sbatte sul palo facendo tremare la porta difesa da Sorrentino. E’ una delle migliori partite di Inler con la maglia del Napoli. Il leone azzurro ci riproverà nuovamente con un altro bolide dalla distanza, ma Sorrentino, il migliore tra i suoi, riesce ad arrivarci.
Lorenzo il Magnifico. Insigne inizia a dispensare lampi di classe al ’23: straordinaria la sua azione sulla fascia destra , dalla quale fa partire un cross precisissimo che scavalca Sorrentino, ma Maggio di testa a porta vuota non riesce ad insaccare. Al’30 il Napoli rispolvera una delle sue grandissime azioni in velocità, ormai un marchio di fabbrica: è splendida l’iniziativa con la quale Insigne innesca Hamsik che scarica su Maggio, l’estremo difensore del Chievo in serata di grazia devia la palla evitando l’intervento di Pandev.
Insigne al ’38 lascia sul posto Frey, e piazza la palla per Hamsik, Sorrentino respinge, ma Pandev arriva scordinato spedisce la palla alta. Al’43 Lorenzo, dal limite, tenta la soluzione del tiro sul secondo palo, ma alza troppo la mira. E’ propositivo il gioiello di Frattamaggiore, sempre al centro del gioco del Napoli.
Ripartenza con Hamsik. Nonostante le varie occasioni prodotte, il Napoli riesce a sbloccare la partita solo al ’57 della ripresa. E’ Zuniga ad innescare Hamsik che prende in controtempo la difesa del Chievo fulminando Sorrentino con un diagonale precissimo. E’ il goal che scaccia i fantasmi, e porta la firma di colui che ha scelto Napoli come sua città, proprio nella serata in cui festeggia le 189 presenze in serie A con le quali stacca Maradona nella classifica delle presenze in maglia azzurra. Corini al ’60 inserisce Pellissier. Ma è ancora Insigne al’62 ad andare vicino al 2-0, ma in contropiede Lorenzo il Magnifico alza troppo la mira.
Il Chievo resta in dieci a dodici minuti dalla fine, Vacek si vede sventolare il doppio giallo per una trattenuta su Hamsik. Il Napoli non riesce ad approfittare della superiorità numerica e tenta di controllare il risultato, che però rischia di cambiare quando su un traversone Thèrèau  dalla destra, non ci arriva Pellissier che reclama un rigore per una trattenuta di Cannavaro, non punita da Celi. E’ proprio su questo che Mazzarri dovrà lavorare, una squadra in vantaggio per 1-0 e in superiorità numerica per oltre dieci minuti dalla fine, deve gestire con più sicurezza il risultato, senza però rinunciare totalmente al gioco. Poco male, questa sera l’importante era vincere, e il Napoli lo ha fatto con merito. E’ la vittoria che permette agli azzurri di restare secondi in classifica, rispondendo a Juventus e Inter, corsare in trasferta rispettivamente a Catania e a Bologna.



s.c.

NAPOLI RISPONDE COSI', AGLI INSULTI E ALLE OFFESE

Grande successo di "Tutti in maschera", la manifestazione di protesta ideata dalle due giornaliste, Veronica Bencivenga e Jolanda De Rienzo, a cui hanno partecipato in massa i tifosi o chiunque si fosse sentito offeso dai cori e dagli insulti razziali intonati durante Juventus - Napoli allo Juventus Stadium. Napoli dice basta a questo scempio che puntualmente va in scena in occasioni del genere e contro cui puntualmente non vengono presi giusti provvedimenti, assistendo all'immobilismo degli addetti ai lavori e delle istituzioni. Ancora una volta Napoli e i napoletani danno esempio di civiltà e dimostrano quanto siano legati alla loro terra e alle loro origini. 



r.m.

28/10/12

IL PAGELLONE DI MAZZONE, NAPOLI - CHIEVO 1 - 0

DE SANCTIS - 6
Mai chiamato in causa nel corso dei novanta minuti.
INOPEROSO

CANNAVARO - 6,5
Sicuro al comando della linea difensiva.
CONCENTRATO

CAMPAGNARO - 6,5
Tutto tranquillo dalle parti del terzino argentino, questa sera uomo in più in fase offensiva.
IMPECCABILE

GAMBERINI - 6,5
Zittisce tutti quelli che non appena arrivato lo avevano ricoperto di critiche gratuite. Con lui sembra non esserci più quella falla sul lato sinistro della linea difensiva.
RIVELAZIONE

INLER - 7
Inizio col botto o quasi, per lo svizzero che centra il palo con un tiro da venticinque metri dopo soli pochi minuti. Amministra bene il traffico a centrocampo, dando ampio respiro alla manovra azzurra.
ISPIRATO

BEHRAMI - 7,5
Se c'è chi costruisce, c'è chi si occupa del lavoro sporco, del lavoro duro e di questo se ne occupa Valon. Autentico lottatore della mediana.
SUPERLATIVO

MAGGIO - 6
In leggera ripresa rispetto le ultime prestazioni, anche se brucia ancora quell'occasione sprecata a porta spalancata, nel corso del primo tempo.
IN RIPRESA

ZUNIGA - 6
Suo l'assist per il gol vittoria di Marek Hamsik. Per il resto nient'altro da sottolineare, di una partita tutto sommato sufficiente.
PROPOSITIVO

HAMSIK - 7,5
La marcia in più di una squadra che stasera pagava l'assenza del suo cannoniere. Non da punti di riferimento, provocando una forte emicrania a colui che stasera aveva l'ingrato compito di marcarlo.
PERFETTO

INSIGNE - 6,5
Gli viene concessa una chance e Lorenzo si fa trovare pronto. Da non pochi grattacapi a Sorrentino, assistito e non poco dalla sorte. E' solo un fastidio muscolare a costringerlo a lasciare il campo.
PRONTO

PANDEV - 5,5
Ricopre un ruolo non suo e questo influenza inevitabilmente la sua prestazione. Nel corso del primo tempo si divora un'occasione di sinistro a portiere battuto.




BIGON: COMPLIMENTI AI RAGAZZI, NON SIAMO L'ANTI-NESSUNO, SU CATANIA - JUVE NON C'E' MOLTO DA DIRE

Riccardo Bigon è intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium, nel post partita di Napoli - Chievo."La partita non era facile , frutto di un campionato, quello italiano, che ha perso un pò di blasone ma tende ad equilibrarsi, soprattutto le squadre nella fascia medio - bassa. Quando i ragazzi creano e costruiscono così tanto, non resta altro che fargli i complimenti. Napoli l'anti-juve? Non vogliamo essere gli anti nessuno, vorremo solo poter giocare così fino alla fine con continuità e intensità. Solo così abbiamo la possibilità di giocarci le nostre carte fino in fondo. Se poi la Juventus continua a vincere, a questi ritmi sarebbe impossibile fermarla. Il rigore non concesso al Chievo? Se il Chievo ha da recriminare lo faccia pure tanto ormai siamo alla sagra della recriminazione. Questo pomeriggio c'è stato sicuramente di peggio. Potremo dire lo stesso su un tocco di mano a limite dell'aria dove c'e stata data una punizione e dove c'era il secondo giallo per Andreolli.
Su Catania - Juventus? Non c'è molto da dire, cosa si può aggiungere nel momento in cui tutta la panchina esce a protestare, attorno all'arbitro, quando a noi avevano detto che ciò comportava ammonizioni sicure, noi a Pechino siamo stati attenti a tal riguardo, mentre oggi non ho visto questo".



r.m.

MAZZARRI NON AL MEGLIO, AL SUO POSTO BIGON IN SALA STAMPA

Secondo quanto riporta Mediaset Premium,Walter Mazzarri non si presenterà in sala stampa per il consueto post partita. L'allenatore del Napoli ha sentito molto la gara, per cui è tornato negli spogliatoi non al meglio della condizione fisica, per cui a sostituirlo sarà il direttore sportivo Riccardo Bigon.




r.m.

BEHRAMI: CI SIAMO E POSSIAMO GIOCARCELA A GRANDI LIVELLI

Valon Behrami intervistato a bordo campo da Monica Vanali di Mediaset Premium, subito dopo il fischio finale di Napoli - Chievo."Diciamo che se dovessimo trovare un difetto, sicuramente non riusciamo a gestire palla nei momenti cruciali della partita. Abbiamo concesso troppo a una squadra in dieci, sappiamo che questo è un nostro limite e ci lavoreremo su. Questa vittoria è un segnale positivo dopo la sconfitta di Torino e quella in Europa League. Ci siamo e possiamo giocarcela a grandi livelli".



r.m.

NAPOLI -CHIEVO, DIRETTA LIVE



Benvenuti alla diretta live della gara Napoli - Chievo. Partita delicata per gli azzurri, costretti ad inseguire una Juve che, vuoi per aiuti arbitrali vuoi per meriti personali, continua a vincere.

20.25  Ecco le FORMAZIONI UFFICIALI:
NAPOLI (3-5-2): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Gamberini; Maggio, Behrami, Inler, Hamsik, Zuniga; Pandev, Insigne. A disposizione: Rosati, Colombo, Grava, Fernandez, Aronica, Mesto, Dzemaili, Donadel, El Kaddouri, Dossena, Vargas. All: Mazzarri.
CHIEVO (4-3-3): Sorrentino; Frey, Dainelli, Andreolli, Dramé; L.Rigoni, M. Rigoni, Hetemaj; Luciano, Thereau, Vacek. A disposizione: Puggioni, Viotti, Jokic, Papp, Cruzado, Cofie, Guana, Moscardelli, Samassa, Stoian, Di Michele, Pellissier. All: Corini.

Ore 20:44  Le squadre entrano in campo. Gli azzurri indossano la consueta maglia azzurra
Ore 20:45 Le squadre osservano un minuto di silenzio  per il militare caduto in Afghanistan e per Pasquale Romano, vittima innocente della camorra.
Ore 20:47 Inizia  il match. Il Napoli attacca da destra verso sinistra
3' Lancio per Pandev, tocco del macedone troppo forte per Insigne
7' Gran tiro dai 25 metri di Inler. Il palo gli nega la gioia del primo gol in campionato con la maglia azzurra
10' Da un calcio d'angolo battuto da Hamsik, proteste degli azzurri per un fallo di mano di un difensore clivense
15' Chievo tutto dietro la linea della palla; difficile per il Napoli trovare degli spazi utili
19' Ammonito Luca Rigoni per fallo da tergo su Hamsik
23' Incredibile errore di Maggio che non riesce, a porta vuota, ad insaccare il cross tagliato di Insigne
28' Napoli pericoloso con gli inserimenti di Maggio; sul cross di Zuniga l'esterno vicentino non riesce ad anticipare Dramè
31' Spettacolare azione del Napoli in velocità; dopo una serpentina di Insigne, l'azione si sviluppa con un tiro-cross di Maggio deviato da Sorrentino in angolo
32' Gran tiro di Inler, para Sorrentino. Lo svizzero dimostra di avere il piede caldo
36' Bel tiro di Insigne da trenta metri, para facilmente Sorrentino
37' Ancora un errore a porta vuota, questa volta di Pandev che vanifica una straordinaria azione di Insigne
41' Ancora Insigne che si libera di due avversari ma sbaglia il cross
43' Conclusione a giro di Insigne, palla alta
46' Termina il primo tempo dopo un minuto di recupero. Risultato parziale: Napoli - Chievo 0 - 0

21:50 Inizio della seconda frazione di gara
49' Ritmi più lenti rispetto al primo tempo
50' Ancora un ottimo spunto di Insigne che con un destro rasoterra impegna Sorrentino
52' Ennesimo tentativo di Insigne, palla altissima

54' Primo cambio per il Chievo: esce Luciano entra Papp. Corini cambia così modulo e passa ad un 3-5-2
57' GOL DI HAMSIK. Assist di Zuniga per Hamsik; gran sinistro ad incrociare dello slovacco che batte Sorrentino
60' Esce Hetemaj, entra Pellissier
62' Contropiede azzurro: 40 metri di corsa di Insigne, destro a giro ma palla di poco alto
66' Ammonito Vacek per fallaccio su Hamsik
68' Infortunio per Zuniga; problema muscolare al flessore della gamba destra. E' il turno di Andrea Dossena che rileva il colombiano
70' Pericoloso Thereau che che con un tap-in di destro fa tremare De Sanctis
74' Entra Edu Vargas, esce uno spento Pandev
75' Esce Rigoni, entra lo spauracchio Moscardelli
76' Sinistro di un offensivo Campagnaro, palla debole tra le mani di Sorrentino
77' Doppio giallo per Vacek; Napoli in superiorità numerica
80' Proteste clivensi per un dubbio fallo in area di rigore azzurra
84' Esce un Insigne con i crampi, entra Blerim Dzemaili
86' Tiro di Hamsik, palla fuori di molto
89' Ammonito Vargas per fallo su un Dramè piuttosto nervoso
94' Termina la gara dopo 4 minuti di recupero. Risultato finale: Napoli - Chievo 1 - o

NAPOLI - CHIEVO, LE FORMAZIONI UFFICIALI


Direttamente dal San Paolo le formazioni ufficiali di Napoli - Chievo:
NAPOLI (3-5-2): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Gamberini; Maggio, Behrami, Inler, Hamsik, Zuniga; Pandev, Insigne. A disposizione: Rosati, Colombo, Grava, Fernandez, Aronica, Mesto, Dzemaili, Donadel, El Kaddouri, Dossena, Vargas. All: Mazzarri.
CHIEVO (4-3-3): Sorrentino; Frey, Dainelli, Andreolli, Dramé; L.Rigoni, M. Rigoni, Hetemaj; Luciano, Thereau, Vacek. A disposizione: Puggioni, Viotti, Jokic, Papp, Cruzado, Cofie, Guana, Moscardelli, Samassa, Stoian, Di Michele, Pellissier. All: Corini.
ARBITRO: Domenico Celi di Bari (Marrazzo-Giachero/De Pinto; add1: Damato; add2: Di Paolo)

NAPOLI - CHIEVO, PROBABILI FORMAZIONI


Walter Mazzarri ha scelto i calciatori che questa sera proveranno a fermare il Chievo. L'attacco sarà guidato da Pandev e il giovane Insigne. Ecco la formazione ufficiale:
NAPOLI(3-4-1-2) De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Gamberini; Maggio, Behrami, Inler, Zuniga; Hamsik; Insigne, Pandev


fonte:raffaeleauriemma.globalist.it

PULVIRENTI: CHI HA ANNULLATO IL GOL? PEPE O GIACCHERINI?

Il video dell'intervista del presidente del Catania Pulvirenti, giustamente amareggiato da quanto accaduto nel corso di Catania - Juventus, dove è stato ingiustamente annullato un gol agli etnei.



r.m.

CATANIA - JUVENTUS E LA CONTRADDIZIONE DI ALESSIO...

Angelo Alessio è intervenuto ai microfoni Sky nell'immediato post partita di Catania - Juventus e ad una precisa domanda sul gol degli etnei annullato per presunto fuorigioco, il secondo di Antonio Conte ha risposto di non saper rispondere in quanto dalla panchina non era riuscito a vedere bene. A sentire la risposta De Grandis ha spontaneamente chiesto allo stesso Alessio il perchè allora tutta la panchina fosse corsa dall'arbitro per protestare facendogli cambiare idea. Nessuna risposta da parte del vice allenatore bianconero.



r.m.

PULVIRENTI: IL GOL LO HA ANNULLATO LA PANCHINA DELLA JUVE

Queste le dichiarazioni del presidente del Catania, nell'immediato post gara di Catania - Juventus: "Non è possibile continuere così. Altro che sudditanza psicologica. Il nostro gol è stato annullato dallo stesso segnalinee che l'aveva concesso, dopo le proteste della panchina della Juve. E poi era in fuorigioco anche la rete convalidata ai bianconeri".
Pulvirenti insiste: "Il nostro gol l'ha annullato la panchina della Juve. Arbitrano anche loro?".





r.m.

CLAMOROSO AL CIBALI! GOL REGOLARE ANNULATO AL CATANIA

E' proprio il caso di dire "Clamoroso al Cibali!", così come disse Sandro Ciotti, per Tutto il calcio minuto per minuto quel 4 giugno 1961. Gol regolarissimo annullato al Catania sullo 0 a 0 per presunto fuorigioco di Bergessio. Le immagini hanno dimostrato come quella del guardialinee sia stata una vera e propria svista, l'ennesima conti alla mano, sempre nella stessa direzione.




r.m.

NAPOLI SENTE PUZZA DI RAZZISMO, TUTTI IN MASCHERA!

Stasera alle ore 20,45, in occasione di Napoli - Chievo, allo stadio San Paolo avrà luogo l'iniziativa ideata da Jolanda De Rienzo e Veronica Bencivenga, denominata TUTTI IN MASCHERAL'iniziativa, che vede già l'adesione dell'Ordine dei Giornalisti della Campania e dei sindacati Assostampa Campania e l'Ussi Campania, spera nella partecipazione dell'intera cittadinanza partenopea. TUTTI IN MASCHERA prevede che i tifosi napoletani e chiunque altro si sia sentito offeso dai cori e dagli insulti  razziali intonati dai tifosi juventini prima, durante e dopo Juventus - Napoli, indossi una mascherina almeno per i primi cinque minuti della partita. Il tutto per protestare civilmente e dare un forte segnale all'Italia intera.
Lo staff di Napoli Focus condivide e appoggia tale iniziativa, invitando il popolo partenopeo a parteciparvi e a promuovere la mobilitazione tramite la pagina facebook TUTTI IN MASCHERA e contattateci all'indirizzo email info@tuttiinmaschera.it.




   r.m.

DA STASERA, STEWARD E POLIZIA IN CURVA

Serata di iniziative e novità stasera al San Paolo. Novità che riguardano nello specifico due settori del San Paolo, che da stasera vedranno la presenza di steward e polizia per tenere libere vie di fuga e scale gialle. Ci riferiamo alle curve, dove fino ad ora non erano state applicate le norme legate al decreto Pisanu del 2005. La decisione è arrivata al termine di una riunione del comitato di sicurezza tenuta ieri dal questore Luigi Merolla.



r.m.

UFFICIALE, CAVANI NON CONVOCATO PER IL CHIEVO

Niente da fare per il Matador, che dopo il test di stamattina, ha risentito dell'affaticamento muscolare che lo aveva costretto a interrompere la seduta di allenamento pomeridiano di ieri. Un fastidio quello accusato dal Matador la cui gravità potrebbe impedirgli anche di scendere in campo mercoledì prossimo a Bergamo contro l'Atalanta.



r.m.

STASERA AL SAN PAOLO UN'INIZIATIVA ANTI - CAMORRA

Questa sera allo stadio San Paolo prima del fischio di inizio di Napoli - Chievo, ci sarà un'iniziativa anti-camorra. Sarà osservato un minuto di silenzio in memoria di Lino Romano, ucciso lo scorso 15 ottobre a Marianella, e di tutte le vittime innocenti della malavita. L'iniziativa promossa dalla Fondazione Pol.i.s. , d'intesa con la Regione Campania, il Comune di Napoli e il Coordinamento dei familiari delle vittime innocenti della criminalita'. Inoltre la stessa prevedere le autorità in tribuna indossare una maglietta con la scritta: 'La camorra non vale niente'.



r.m.

CAUTO OTTIMISMO PER CAVANI

Ecco quanto riportato tramite Twitter, dal giornalista Sky, Francesco Modugno: "Cauto ottimismo per Cavani. Cauto però. Decisivo provino domani. Ballottagio Cavani-Insigne 60-40. In casa, col Chievo, la prima di tre gare in 7 giorni. Mazzarri potrebbe anche pensare di non rischiarlo... Dubbio".



r.m.

AUGURI A DARIO MARCOLIN

Il 28 ottobre 1971 nasceva Dario Marcolin, ex calciatore del Napoli. Ha indossato la maglia azzurra dal 2003 al 2004, collezionando 47 presenze e 0 gol.

27/10/12

PRIMAVERA, BATTUTO IL VICENZA 4 - 1

Ancora un successo per gli azzurrini di mister Saurini, battuto anche il Vicenza, consolidano il loro primato in classifica. E' Palmiero ad aprire le danze al 4' minuto di gioco, seguito poco dopo dal solito Roberto Insigne che è abile nello sfruttare un errore della difesa avversaria. Nel secondo tempo arrivano anche i gol di Scielzo e Novothny che si guadagna un rigore da lui stesso realizzato. 



r.m.

CASTELVOLTURNO, CAVANI SI FERMA IN ALLENAMENTO

Seduta pomeridiana quest'oggi a Castelvolturno per gli azzurri in vista della gara di domani sera al San Paolo contro il Chievo. Sul finire della stessa, il Matador Cavani ha accusato un fastidio muscolare e ha lasciato il campo in anticipo precauzionalmente. Solo domani dopo un test nella seduta di rifinitura, si capirà se potrà essere della partita o meno.



r.m.

NAPOLI CARPISA YAMAMAY - CHIASIELLIS 0 - 0

Termina a reti inviolate la gara di questo pomeriggio allo stadio Collana tra il Napoli Carpisa Yamamay e il Chiasiellis. Questo pareggio lascia l'amaro in bocca a mister Marino e alle sue ragazze, le cui ambizioni precedenti il match erano di gran lunga superiori. Alle tartarughine non resta altro che concentrarsi sulla prossima gara di campionato in Piemonte contro il Torino.



r.m.

MAZZARRI: HO FIDUCIA NELLA GIUSTIZIA E IN PAOLO E GIANLUCA, HO SENTITO COSE ASSURDE DOPO DNIPRO, I DETRATTORI LASCIANO IL TEMPO CHE TROVANO


Walter Mazzarri come di consueto, ha tenuto quest'oggi la conferenza stampa di vigilia della gara di domenica sera al San Paolo contro il Chievo. Queste le sue dichiarazioni riportate da Radio Marte:
Credi che quel che è successo possa influire sulla condizione fisica di Grava e Cannavaro: "Ho fiducia nella giustizia e sono fiducioso su Gianluca e Paolo, loro saranno pronti a dare il loro contributo: sicuramente questo non influirà sul loro rendimento; quello che avevo da dire sulla partita di coppa l'ho detto subito dopo in conferenza, ed in campionato penso che con la Juve abbiamo fatto una grande gara ma il risultato ci ha dato torto: abbiamo fatto una grandissima gara, non meritavamo la sconfitta, e domani sono convinto che i miei giocatori daranno l'anima contro una squadra non facile dato che il Chievo, per tradizione, è la nostra bestia nera da anni: ultimamente è una squadra difficile da affrontare perché è in salute".
Che San Paolo ti aspetti? E poi, ci sarà un trittico di squadre medio-piccole, sarà un buon esame contro questo livello di squadre?: "I tifosi non si devono strumentalizzare, non è possibile che ci sono contestazioni dopo che hanno fatto una trasferta di tanti chilometri, ho sentito cose assurde dopo Dnipro; mi aspetto che i tifosi diano il loro apporto perché, sebbene si creda che il Chievo non sia un avversario blasonato, so bene che è una partita difficile ed importante; in carriera ho sempre guardato il prossimo avversario, non tengo presente il prossimo trittico".
Il Chievo sarà prudente, il Napoli dovrà alzare il ritmo, ci riuscirà?: "Non dico la formazione, la vedrete domani; tante squadre hanno scelto di venirsela a giocare a Napoli, quindi non è detto che saranno prudenti: venirsi a difendere non è proficuo perché farmo comunque gol".
Il gioco del Napoli verte sugli esterni, Maggio sta andando a corrente alternata, Dossena e Mesto forse non sono in condizione, l'unico è Zuniga: "Non sono d'accordo: Mesto sta bene, è stato impiegato il giusto, Dossena può fare di più, ha subito il contraccolpo di essere stato scalato nelle mie gerarchie ma è solo una questione morale, e poi Maggio ha fatto delle buone gare, non ha fatto le solite giocate ma è stato bravo a contenere: l'ho anche fatto riposare, è stato in Nazionale, è diventato papà, per me è una garanzia".
Cosa dici a coloro che parlano male di te, che ti vedono con la valigia in mano?: "Noi siamo allenatori, se i presidenti ci licenziano dobbiamo riprenderla e andar via; quel che dico è la verità, professionalmente il mio lavoro è sotto gli occhi di tutti, i detrattori lasciano il tempo che trovano".
Behrami come sta? C'è preoccupazione per il suo impiego? E poi, ancora una volta le palle inattive sono il tallone d'Achille del Napoli: "Behrami mi preoccupa perché si deve riposare, ha fatto tante partite ed è uno di quelli che spero di recuperare tra oggi e domattina; l'unica cosa che dico è che siamo migliorati dall'anno scorso perché sulle palle inattive ci sono più saltatori: con la Juve è saltata la marcatura e c'è stata confusione, ecco perché è arrivato il gol su palla inattiva".
C'è sicuramente sintonia tra te e Bigon, ma dei 25 giocatori acquistati solo 4 o 5 sono stabilmente titolari: forse la programmazione societaria e le esigenze tecniche, e di risultati, sono su due binari diversi? "Io credo che da quando siamo arrivati, io e Bigon, siamo una delle squadre che abbiamo fatto meglio considerando i vari parametri; credo che meglio del Napoli, in Europa, abbiano fatto pochissime squadre: spero che tutti lo capiscano! Se non lo capiscono, non me ne frega!"
Io sono uno di quelli che non ho capito, me la spieghi meglio?: "Io dico che da quando siamo arrivati io e Bigon, non potevamo fare meglio, se si tiene conto del budget, risultati sul campo e tutto il resto: andate a vedere in giro per l'Europa e vedrete che pochissime squadre hanno ottenuto i nostri risultati, tenendo presente i vari parametri che abbiamo dovuto tener presente. Il Napoli è una delle società più sane, facendo tener presente tutto ciò ad alcuni risultati importanti. I dati son questi: se li guardate, bene, altrimenti non fa niente. La matematica non è un'opinione. Io mi sto divertendo a rispondere a tutti quelli che non capiscono: ora conosco l'ambiente, sono molto carico a rispondervi".
La percepisco nervoso, il Napoli in campionato è una cosa, in coppa è un'altra: "Non sono nervoso: il City ha perso con l'Ajax, il Borussia ha vinto contro il Real, la Juve ha pareggiato con i danesi, c'è una sfilza incredibile; il calcio sta cambiando, sembra che il Napoli faccia solo figuracce. Io valuto le prestazioni, i tifosi ci vengono ad incoraggiare e loro lo capiscono che c'è da guardare la prestazione al di là del risultato. Se voi la vedete in modo diverso, guardatevi la matematica e mi venite a fare appunti".


fonte:Radio Marte

NAPOLI CARPISA YAMAMAY CONTRO IL CHIASIELLIS PER TORNARE AL SUCCESSO

Quest'oggi allo stadio Collana (ore 14,30 ingresso gratuito) ritorna il grande calcio con il Napoli Carpisa Yamamay che affronterà il Chiasiellis. Le ragazze di mister Marino vogliono tornare al successo dopo la sfortunata gara di sabato scorso a Brescia. Si troveranno di fronte la formazione friulana , una delle più in forma del campionato, reduce da una settimana di riposo per via del rinvio della gara con il Pordenone. Pochi i dubbi in casa Napoli, la cui formazione ufficiale sarà svelata dal mister solo poco prima del match, ma che sicuramente vedrà in attacco Valeria Pirone affiancata molto probabilmente da Giacinti alle prese con un rientro dalla vittoriosa gara con l'Under 19 piuttosto travagliato. 



r.m.

UVINI: NUOVO SU INSTAGRAM MIO FRATELLO EL KADDOURI

E' bello scoprire come anche dietro la maglia azzurra ci siano ragazzi semplici come i loro coetanei. Sempre pronti alle innovazioni tecnologiche e all'uso dei nuovi e sempre più vari social network. E' il caso di Bruno Uvini che spesso si diverte tramite Twitter e Instagram ad interagire col gli altri. Questa volta annuncia lo sbarco di Omar El Kaddouri su Instagram, allegando una foto dove compare proprio con il suo compagno in azzurro.




r.m.

NULLA DI GRAVE PER BEHRAMI, OGGI SI DECIDE

Valon Behrami potrebbe tornare subito in campo già da domenica sera contro il Chievo. L'ecografia ha infatti escluso lesioni di alcun tipo, e l'allarme sembra così rientrato. Un affaticamento muscolare che, in attesa del provino di oggi pomeriggio, non impedirà al gladiatore svizzero di prendere parte a questa delicata ottava giornata di campionato. Mazzarri potrà così, salvo complicazioni, affidarsi al duetto elvetico da lui preferito.




p.d.d.

PRIMAVERA, A VICENZA PER MANTENERE IL PRIMATO


La Primavera del Napoli gioca a Vicenza per l'ottava giornata di campionato. Gli azzurrini di Saurini sono impegnati sul campo Martinelli alle ore 14.00. Dopo sette giornate, il Napoli è in testa alla classifica e deve recuperare il sesto turno contro la Lazio.  



p.d.d.


L'ANGOLO DELLA SCOMMESSA - ANCORA UNA VINCITA!

Ancora una vincita, l'ennesima giocata centrata, questa volta grazie alla TRIPLA postata nella giornata di ieri! Per non perdere l'abitudine gli esperti di Napoli Focus hanno ritenuto opportuno, dato i recenti successi, selezionare per voi una serie di giocate, composte sempre da massimo due match, con quote da RADDOPPIO E DA TRIPLA!


I consigli del giorno Focus:
RADDOPPIO 1 ( quota 2,36 )
Aue - Bochum - Gol
Newtown - Bala Town - Over

RADDOPPIO 2 ( quota 2,47 )
Verona - Virtus Lanciano - 1
Siena - Palermo - Under

RADDOPPIO 3 ( quota 2,79 )
Brescia - Pro Vercelli - Over
Rayo Vallecano - Barcellona - Over

TRIPLA ( quota 3,31 )
Monaco - Nantes - Over
Sochaux - Evian Tg - Under

MERCATO, VARGAS POTREBBE RIENTRARE NELL'AFFARE GOMEZ

Dopo le ultime prestazioni deludenti, il Napoli starebbe seriamente pensando a dirottare "turboman" Vargas in prestito. Il calciatore che aveva illuso nella partita contro gli svedesi dell'AIK, non è riuscito ancora a sbloccarsi del tutto ed il minutaggio ridotto concessogli da Mazzarri non è sicuramente la medicina migliore. Le richieste per il cileno cominciano a farsi numerose ed interessanti, anche in una prospettiva di scambio con altre pedine inserite nella lista della spesa di Bigon. Il Catania infatti già in estate aveva fatto un sondaggio per prelevare l'esterno azzurro in prestito ed ora pare si stia muovendo per prelevare l'intero suo cartellino. A quel punto il Napoli potrebbe cogliere la palla al balzo ed inserire Vargas nell'operazione che dovrebbe portare il Papu Gomez alle pendici del Vesuvio.



p.d.d.

VARGAS - NAPOLI, ADDIO A GENNAIO?

A Napoli ormai dopo le recenti prestazioni quasi tutti, società in primis, sono convinti di dover lasciare andare Edu Vargas altrove. Il modo migliore, senz'altro, affinchè il cileno trovi più continuità nel giocare. Molti i club di Serie A interessati al calciatore, su tutti il Catania di Pulvirenti con cui già da tempo si vocifera di un possibile scambio con Alejandro detto "El Papu" Gomez, che tanto piace a Mazzarri. Oltre al club etneo, si fanno sempre più sotto il Torino e il Pescara che fino ad adesso ha mostrato evidenti lacune nel reparto offensivo. 



r.m.

NAPOLI B, BOCCIATURA SENZA APPELLO


Il Napoli “B” ancora una volta esce bocciato dall’Europa League, destando preoccupazioni sia sul piano del gioco che delle individualità. Il primo problema, quello del gioco, nasce da una discutibile scelta di formazione che vede reparti nevralgici come la difesa e il centrocampo totalmente rimaneggiati e giocatori gettati nella mischia fuori ruolo. Il turn over per poter essere efficace deve prevedere la sostituzione di tre o massimo quattro giocatori, lasciando inalterata la struttura della squadra. Pensare che a inizio stagione la stanchezza sia tale da rendere necessario un ricambio di 7/8 uomini è abbastanza difficile da comprendere, soprattutto alla luce di una preparazione che in precampionato viene studiata in base agli impegni stagionali. La seconda problematica, che è anche parte della prima, è la qualità delle riserve del Napoli. La squadra azzurra dispone di tre o quattro ottimi giocatori, ma per il resto è ben poca cosa. La valutazione di Vargas, ad oggi, è apparsa spropositata rispetto al reale valore del giocatore e la difesa è stata rafforzata puntando su giocatori a fine carriera già riserve in altre squadre . Il valore modesto di alcuni giocatori viene poi amplificato dal fatto di schierarli tutti insieme in una formazione totalmente inedita. Mazzarri deve trarre insegnamento da questa esperienza, perché seppur sia un ottimo allenatore, per diventare uno tra i migliori in Europa ha bisogno di imparare a conciliare le competizioni europee con il campionato. E la società se realmente vuol tornare competitiva nel calcio internazionale deve, in fase di mercato, concentrare la sua attenzione su giocatori di livello e non sottovalutare i danni d’immagine  che derivano da partite di così scarso livello in campo internazionale. Per quanto l’Europa League non sia un obiettivo primario della società, per una squadra che negli ultimi anni ha scalato importanti posizioni nel ranking Uefa figuracce come le ultime di certo ne compromettono, e non poco, l’immagine.



s.d.g.